Il castello della Fata Morgana - Sicilia nel Cuore.it

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il castello della Fata Morgana

Arte e Cultura > Curiosità
Effetto Fata Morgana

Si racconta che un giorno la fata Morgana, sorella del bretone re Artù, dopo aver accompagnato il sovrano sulle pendici dell’Etna, si innamorò della Sicilia al punto di stabilire nelle acque dello Stretto la sua residenza trasformandolo in un enorme ghiacciaio che divenne il suo castello.

Questa enorme distesa di  ghiaccio  però







Colonna libera
per pubblicità

rese lo stretto uno specchio riflettente. Avveniva, così, che guardando dalla Calabria verso la Sicilia, la città di Messina, riflessa, apparisse molto più vicina di quanto non fosse ed altrettanto avveniva se da Messina si guardava verso la costa calabra: la città di Reggio Calabria, riflessa, appariva molto più vicina.
Questo effetto induceva quindi ad attraversare lo stretto nella certezza dell'immediata vicinanza con le città costiere ma con il solo risultato finale di far annegare gli sprovveduti che finivano inesorabilmente tra le braccia di Morgana.
Questo fenomeno, unico al mondo, si verifica realmente, ed è dovuto al surriscaldamento dell'acqua del mare dello stretto nelle calde giornate d'estate. Ciò provoca foschie che creano l’illusione ottica di veder quasi galleggiare in aria la città della sponda opposta.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu