Messina-Taormina - Sicilia nel Cuore.it

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Messina-Taormina

Itinerari
Messina - Taormina

Percorrenza 40 Km - Durata 1 giorno.

Partendo da Messina in direzione Taormina, percorriamo la ss. 114. Il primo paese da visitare è Itala, con la sua conformazione urbanistica tipica di un paese medioevale, e la chiesa normanna di San Pietro e Paolo, successivamente Alì Superiore, altro paese medioevale, dove visitare la chiesa Madre, successivamente dopo pochi chilometri Fiumedinisi, con i resti del castello Belvedere di origine normanna.
Dopo si incontra, salendo da Santa Teresa di Riva, il paese di Savoca, famoso per le sue mummie del XVIII sec. Da vedere inoltre, nella "Via Crucis", uno splendido esempio di bifora, e molte case nobiliari oggi abbandonate.
Successivamente superato il torrente di Agrò, incontriamo Sant' Alessio Siculo, e quindi Casalvecchio Siculo con la sua chiesa normanna di San Pietro e Paolo, esempio splendido di chiesa normanna, con portale policromico, che faceva parte di un'impianto monastico. Per visitarla chiedere al custode nella casa a fianco.
Successivamente a circa 6 chilometri potete visitare il paese di Forza d'Agrò, altro paese tipicamente medioevale, dove visitare il castello panoramico, che fu usato fino a pochi decenni fa come cimitero. Inoltre potete vedere l'impianto urbanistico, e le case una volta abitate da nobili e ora abbandonate. L'arco durazzesco del XIV sec. e lo splendido panorama che spazia dall'Etna alla Calabria.
Arrivati a Taormina, dovete vedere: l'impianto urbanistico della città medioevale, il teatro greco-romano del II sec. che offre un panorama con pochi rivali al mondo, la vista dell'Etna e la costa ionica, l'odeon romano di epoca imperiale, il Palazzo Corvaia, del XIV sec. con un portale di stile gotico-catalano, palazzo Ciampoli di stile anch'esso gotico-catalano, mentre vicino alla porta Catania, c'è forse il più bell' esempio di palazzo in stile gotico-catalano, in Sicilia, il Palazzo dei Duchi di Santo Stefano costruito nel XIV sec.








Colonna libera
per pubblicità
 
Torna ai contenuti | Torna al menu