Siracusa-Capo Passero - Sicilia nel Cuore.it

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Siracusa-Capo Passero

Itinerari
Siracusa - Pozzallo - Capo Passero

Percorrenza 233 Km - Durata 2 giorni.

Partendo dalla meravigliosa Siracusa, che fu la piu' grande tenuta della magna Grecia, famosissima per i vari monumenti storici che la caratterizzano, come il teatro, il duomo, le latomie, l'ara du Gerone II° e l'interessantissimo museo archeologico, oggi è divenuta uno dei maggiori centri di villeggiatura.
Dopo aver ammirato gli innumerevoli monumenti proseguiremo per circa otto chilometri raggiungendo così il Castello Eurialo, dopo di che a soli altri 15 chilometri ci troveremo alla fonte Giane dove potremo ammirare le piantagioni di papiro.
Successivamente ci immetteremo nella strada statale 115 passando da Cassibale, e a circa sedici chilometri giungeremo alla Fonte Ciane, una polla che alimenta il fiume di Ciane
Spostandoci per altri nove chilometri circa, saremo giunti ad Avola e da li dopo soli nove chilometri ci troveremo nella prestigiosissima Noto, cittadina che fu ricostruita dopo il terremoto del 1693, questa città merita una visita accurata perché è ricca di scenari architettonici del ''nuovo'' impianto urbano , mentre salendo per le rovine giungeremo nell'affascinante Noto Antica, dove potremmo ammirare un' area archeologica di notevole interesse, risalente,secondo antica leggenda al 448 a.C.
Ammirata Noto in tutto il suo splendore ci reintrodurremo nella statale SS. 115 e la percorreremo per circa 25 chilometri giungendo così a Rosolini e a seguire a Cava d' Ispica.
Quest'ultima caratterizzata da uno stretto vallone inciso dalle acque nei tavolari calcarei dei Monti Iblei, adebita per millenni a necropoli e catacombe. Anche se nel corso degli anni a causa di frane e crolli la singolarità del paesaggio è rimasta indiscussa.
Attraversato la Cava e passando quindi il bivio della Bettola del Capitano, ci si dirige verso la costa dove si scopre la bellissa spiaggia di Pozzallo.
Successivamente si raggiunge Pachino, centro settecentesco noto per la produzione di vino rosso artigianale e di pomodori i cosi conosciuti ''Pomodori di Pachino''.
Lasciatoci alle spalle Pachino raggiungeremo le importanti tonnare di Portopalo di Capo Passero e Marzamemi.
Infine in prossimità del Lido di Noto giungeremo all'Eloro avamposto fortificato dei greci siracusani, dove interessante saranno da visitare le rovine Usciti dalle rovine si potrà fare rientro a Siracusa.








Colonna libera
per pubblicità
 
Torna ai contenuti | Torna al menu